Alliance Dermatologia & Dermocosmesi
Farmaexplorer.it
Xagena Mappa
Xagena Newsletter

Rinite acuta, cronica ed allergica


La rinite è un’infiammazione della mucosa della cavità nasale che può presentarsi in forma acuta ( raffreddore ) o cronica ( rinite ), che si manifesta con una frequenza maggiore in persone che vivono in ambienti inquinati o freddi.

Esistono vari tipi di rinite, le più comuni sono: la rinite acuta, la rinite cronica e la rinite allergica.

La rinite acuta è spesso conseguenza di un’infezione virale che si trasmette facilmente con contatto diretto ( attraverso le goccioline di saliva )..
La rinite acuta, in assenza di complicanze batteriche, ha una durata di circa 4-5 giorni durante i quali la sensazione di malessere è accompagnata da incapacità di percepire gli odori.

La rinite cronica è secondaria ad altre patologie, quali rinite allergica, ingrossamento delle adenoidi, deviazione del setto nasale.

I sintomi comuni ad entrambi i tipi di rinite sono la congestione nasale, gli starnuti, la lacrimazione e la cefalea. Nella rinite acuta possono essere presenti anche brividi e bassi livelli di febbre, mentre nella rinite cronica la sensazione di ostruzione nasale è continua e l’ipersecrezione può essere presente o meno.

Un ulteriore tipo di rinite è la rinite allergica, un’infiammazione delle mucose nasali che colpisce individui particolarmente sensibili ad alcune sostanze dette allergeni. I più comuni tipi di allergeni sono pollini, alimenti o sostanze presenti nell’ambiente.
La rinite allergica si presenta con starnuti frequenti, ostruzione nasale, rinorrea e può essere associata a lacrimazione e ad arrossamento della congiuntiva. Questi sintomi possono essere stagionali o verificarsi durante tutto l’anno.

Altre riniti possono essere provocate dall’uso di farmaci come ad esempio i decongestionanti nasali il cui utilizzo eccessivo può provocare un’alterazione del normale funzionamento della mucosa nasale.

Fatta eccezione per le riniti allergiche, che necessitano dell’utilizzo di antistaminici, il trattamento classico per le riniti, in generale, prevede l’utilizzo di farmaci decongestionanti, soprattutto sottoforma di spray nasali.

Rino Calyptol è un decongestionante della mucosa nasale a base di Ossimetazolina, indicato nel trattamento del raffreddore.
L’applicazione dello spray va effettuata dopo essersi soffiati il naso 1-2 volte a giorno, ispirando profondamente a bocca chiusa dopo la nebulizzazione.

I decongestionanti sono disponibili anche per via sistemica in capsule o compresse a base di Nafazolina, Norefedrina, Ossimetazolina e sono spesso associate ad antidolorifici o antifebbrili ( Acido Acetilsalicilico, Paracetamolo ) per contrastare i segni di malessere associati al raffreddore.

In caso di rinite allergica è opportuno in primo luogo limitare il contatto con l’agente che provoca l’allergia. Quando questo non sia possibile, l’utilizzo di antistaminici aiuta a prevenire la reazione allergica mentre l’utilizzo di spray nasali a base di corticosteroidi diminuisce l’infiammazione.
In caso di rinite allergica, come pure nella rinite acuta, gli antibiotici non alleviano i sintomi associati alla patologia. ( Xagena2008 )


Farma2008 Pneumo2008


Indietro